Meglio tardi che mai: la fine delle “52 settimane di ricamo”

L’anno scorso, qualcuna ricorderà, avevo fatto la mia versione del “1 year of stitches” trasformandolo in “52 weeks of stitches”, con un quadratino alla settimana… Il pezzo di stoffa, finito e stirato, aspettava che io trovassi la voglia di cucirlo e confezionarlo come bustina, come nell’idea iniziale. Ora, lo devo confessare…. a me non piace …Continua a leggere

Non c’è due senza tre: un altro mini-centrino a sfilato siciliano

“Chi la dura la vince” dice il detto. E infatti… Dopo il tentativo di sfilato siciliano ‘500 riconvertito a ‘400 e Chiaramonte non mi sono arresa. Ormai era diventata quasi una sfida personale tra me e lo sfilato siciliano ‘500. Così ho ricominciato, per la terza volta, a sfilare  su un nuovo pezzetto di stoffa. Finalmente …Continua a leggere

Ancora un mini-centrino a sfilato siciliano

Dopo aver terminato il mini-centrino a sfilato siciliano ‘400 ho deciso di provare la stesso disegno con la tecnica dello sfilato siciliano ‘500, complicandomi la vita con la sfilatura della stoffa che avrebbe dovuto essere effettuata solo nello spazio di fondo del disegno: taglio di fili un po’ più complicato, quindi… …e infatti, ho sbagliato. E …Continua a leggere

Un mini centrino a sfilato siciliano

L’estate è fatta per… le vacanze? No, l’estate è fatta per studiare! O almeno, quest’anno per me è così. Durante l’anno ci sono i corso di ricamo, il lavoro per Rakam, gli incontri al knit-café a Novara… Piccole cose, per carità, non paragonabili agli impegni di chi lavora a tempo pieno, ma che, tra una …Continua a leggere

Ricamo tradizionale giapponese: fase 7

Sono fiorite le camelie! Questa fase mi è piaciuta molto: anche se dalle foto magari non si vede bene, i petali sono imbottiti in modo che la parte esterna del petalo sia più piena e diventi più sottile man mano che si va verso il centro del fiore. Questo aggiunge un effetto di tridimensionalità e …Continua a leggere

Ricamo tradizionale giapponese: fase 6

Il corso intensivo per la fase 6 è stato a settembre, ma dopo due interruzioni piuttosto lunghe (prima per piccoli lavori di ristrutturazione in casa e poi per le festività con l’albero di Natale che ha rubato il posto al telaio) è stato solo da gennaio che ho ripreso a lavorare con regolarità, trovando un …Continua a leggere

Qualche fiorellino su un vestitino

Questo piccolo ricamo è stato un modo per personalizzare un vestitino regalato per Natale alla mia nipotina Andrea. E’ stata anche l’occasione per sperimentare i “fogli magici” Custom by me della DMC. Io ho usato quelli completamente bianchi, da disegnare a piacere, ma credo ci siano anche quadrettati o anche con alcuni motivi già disegnati. …Continua a leggere

Da ditale a puntaspilli

Una tecnica che mi stuzzica, e alla quale mi piacerebbe riuscire a dedicare un po’ di più tempo, è quella che si usa per fare i ditali giapponesi (yubinuki). Variando la dimensione può essere utilizzata per realizzare anche oggetti diversi. Ho provato, partendo dall’anima di cartone di un rotolo di carta igienica, a farne uno …Continua a leggere

Un puntaspilli – ricamo Hedebo

Un mini-ciotola placcata argento, destinata in origine a diventare una bomboniera, ha aspettato il suo momento di gloria per molto tempo nascosta in un armadietto… La sua forma circolare e il suo bel decoro lungo il margine mi avevano da subito suggerito di trasformarla in un puntaspilli, ed ora finalmente è arrivato il suo momento …Continua a leggere