Ricamo,  Diario,  Galleria fotografica

Le cifre per un’etichetta

Ieri mi sono messa al lavoro con la macchina da cucire per farmi una borsa per trasportare il telaio da ricamo giapponese. Il cucito non è decisamente il mio mestiere, sono un po’ troppo approssimativa e frettolosa, quindi mi sono sforzata di fare attenzione ed essere un po’ più precisa per avere un risultato accettabile. Lo sbieco non è cucito molto bene,
e le due cerniere laterali che permettono alla borsa di aprirsi a libro non sono inserite esattamente alla stessa altezza, ma sono contenta del risultato, e la borsa dovrebbe essere pratica da utilizzare.

La borsa per il telaio giapponese

Nel pomeriggio ho pensato che sarebbe stato carino personalizzarla con le iniziali, e mi sono messa a giocare con la matita e un foglio di carta a quadretti da 1 cm (ottima per stabilire le proporzioni dei disegni), disegnando le mie cifre.

Il disegno delle cifre

Alla sera, dopo aver scelto un Mouliné sfumato, ho ricamato le cifre a punto pieno e il margine a punto asola, con piccole piramidi a intervalli regolari. Mi piace molto il punto asola per i margini, lo trovo più pratico da fare rispetto al punto festone.

Le cifre ricamate
Le cifre ricamate

Con pochi punti nascosti sul dietro del lavoro l’ho infine cucita in posizione. Un’etichetta piccolina, ma che mi piace molto!

L’etichetta cucita
L’etichetta