Val più la pratica…

…della grammatica. E chi la dura la vince. Siccome sono testarda, ho subito riprovato a fare l’anello da usare come base per la temari. Ho fatto tesoro degli errori precedenti. Ho utilizzato carta di spessore maggiore per fare le striscioline da arrotolare per l’anima dell’anello, e ne ho arrotolate una o due di più. Così, …Continua a leggere

Giocando con i fili e con gli avanzi

Agosto è arrivato velocemente, e, anche se so che dovrei iniziare a ragionare seriamente su come potrei organizzare in modo semplice ma funzionale i corsi di ricamo autunnali, non riesco a trovare lo spirito giusto e la concentrazione necessaria. Il mio cervello continua ad andare in panne, perso in un clima di incertezza continuo, e …Continua a leggere

Da ditale a puntaspilli

Una tecnica che mi stuzzica, e alla quale mi piacerebbe riuscire a dedicare un po’ di più tempo, è quella che si usa per fare i ditali giapponesi (yubinuki). Variando la dimensione può essere utilizzata per realizzare anche oggetti diversi. Ho provato, partendo dall’anima di cartone di un rotolo di carta igienica, a farne uno …Continua a leggere

Anno nuovo, ricamo nuovo (con scoperta!)

Da Jeanine, amica d’oltre oceano, ho ricevuto con un po’ di anticipo il mio pacchettino per la Befana. L’ho ritirato in posta il 31 dicembre, e quando l’ho aperto, ci ho trovato un kit per fare qualcosa che non conoscevo. Il caso è stato benevolo: visto che avrei trascorso da sola l’ultima notte dell’anno, ecco che …Continua a leggere

Ditali

Come è facile immaginare, mi piacciono i ditali. La mia mini-collezione conta circa 70 ditali, e comprendono quelli usati da mia mamma quando cuciva, quelli turistici più o meno belli, quelli regalati dalle amiche e dalle allieve dei corsi di ricamo, e qualcuno antico regalato da mio marito. Questi sono gli ultimi due arrivi, dalle …Continua a leggere