cuscino arts & crafts - V&A museum
Diario

Vacanze & ricami/2

Sempre nella sezione dedicata all’Arts & Crafts, mi è piaciuto molto anche questo cuscino, del 1900 circa, della scuola di Glasgow, con le tipiche rose stilizzate.

cuscino arts & crafts - V&A museum

La scritta recita: SENSIM SED PROPERE FLUIT IRREMEABILIS HORA: CONSULE, NE PERDAS ABSQUE LABORE DIEM.

Questo motto, usato anche per le meridiane, significa grossomodo “delicatamente ma rapidamente scorrono irrimediabilmene le ore, abbi cura di non sprecare il giorno senza lavoro”.

Non è un bel suggerimento per chi ama il ricamo?

Meno allegro, ma particolare, è il fazzoletto del lutto della regina Vittoria, rimasta vedova nel 1818.

fazzoletto Queen Victoria - V&A Museum

Anche nella sezione orientale c’erano dei pezzi splendidi.

Sono rimasta colpita da questo fukusa (1860-1880).

fukusa - V&A Museum

In Giappone i regali cerimoniali venivano offerti contenuti in una scatola laccata appoggiata su un vassoio di legno o laccato e coperti da una stoffa chiamata fukusa. La scelta del fukusa più adeguato era una parte essenziale del rituale del dono, e la ricchezza del decoro era indice del livello economico, del gusto e della sensibilità del donatore.

Dopo essere stati ammirati, scatola, vassoio e fukusa venivano restituiti al donatore (e per fortuna, aggiungo io!).

fukusa - detail - V&A Museum

In questo fukusa sono ricamati i Sette Saggi, che in mezzo al bambù si rilassano e discorrono di filosofia. In Giappone i Sette Saggi sono equiparati ai Sette Dei della Fortuna.

Guardate i dettagli dei capelli, le rughe, le sopracciglia e la leggera barba di questo saggio!