dettaglio William Morris wall hanging - V&A Museum
Diario

Vacanze & ricami

A luglio 2011 siamo andati in vacanza a Londra e nel sud-est dell’Inghilterra.

Con mio grande sconforto, la collezione tessile del Victoria & Albert Museum non era esposta, a causa dei lavori di preparazione della nuova sede.

Ma nonostante ciò, una volta spediti marito e figlio alla volta dello Science Museum, sono stata libera di gironzolare per il V&A Museum e la mia visita si è ben presto trasformata in una caccia al ricamo, che mi ha regalato piacevoli sorprese.

Che dire, ad esempio, dei ditali e altri accessori di ricamo conservati nella sezione degli argenti?

ditali e porta ditali, thimble and thimble cases - V&A Museum

Immancabile la rosa Tudor sul ditale di sinistra…

Oppure i porta aghi, particolarmente lussuosi, come questi:

needlecases, porta aghi - V&A Museum

Quello superiore è della fine del 18esimo secolo, olandese: si suddivide in scomparti per gli aghi, per il balsamo profumato, una spoletta e un ditale.

Anche quello inferiore, del 1720 circa, ha uno spazio per una spugna profumata.

La parte dedicata al periodo Arts & Crafts è forse la mia preferita. L’eleganza dei decori e la cura nell’esecuzione, la ricerca del bello anche negli oggetti quotidiani rendono questo stile sempre attuale.

pannello ricamato, embroidered hanging - V&A Museum

Ad esempio, questo pannello, realizzato nel Surrey nel 1896 dalle Haslemere Peasant Industries, è realizzato con la tecnica dell’appliqué e non starebbe affatto male anche in una casa moderna.

Uno degli artisti più famosi è certamente William Morris, e questo pannello con il motivo del carciofo porta la sua firma inconfondibile.

wall hanging - William Morris - V&A Museum

Disegnato nel 1877, ricamato tra il 1877 e il 1900 con lana crewel su lino, con punto raso, punto erba, punto piatto e punto nodini.

dettaglio William Morris wall hanging - V&A Museum

Non è una meraviglia?