Diario

Settimana 37: i fili sbagliati

Prosegue il mio diario settimanale ricamato (per chi non sapesse cosa sto facendo e perché, qui c’è la spiegazione).

Settimana impegnativa e meravigliosa! Da qualche giorno è terminato, purtroppo, il corso di ricamo tradizionale giapponese tenuto dalla brava Stefania Iacomi. Per me era già il turno della fase 6, la geisha, una elegante signorina vestita di un kimono color malva.

I giorni del corso sono passati troppo velocemente, e in un attimo la sala, che fino a un attimo prima era ingombra di telai e di sedie, si è svuotata… Anche il nostro aiutante dal pelo rosso è rimasto un po’ spiazzato, sulle prime, ma poi ha ripreso con soddisfazione il suo posto abituale sul divano.

Settimana 37: l’aiutante

Alcune prove di torsione dei fili che mi servivano per la geisha non sono venute come dovevano: troppo strette in alcuni casi, troppo poco ritorte in altri. I fili “sbagliati”, alla fine, li ho riuniti in un mazzetto e messi da parte, che son sempre fili di seta e non si butta mai niente.
Poi ho deciso di usarli per il quadratino di questa settimana, anche se i colori erano solo tre e anche un po’ male assortiti: un blu, un rosso, e del malva.

Settimana 37: i fili sbagliati

Con il malva ho iniziato a provare – esperimento! – un festone doppio, lavorato in circolo, tenendo il filo lento tra una coppia di punti e la successiva. All’inizio ho usato un ferro da calza per tenere la misura, ma dopo qualche petalo ho provato a farlo un po’ a occhio, tenendolo con un dito della mano sinistra, e tutto sommato è riuscito comunque abbastanza regolare.

Settimana 37: festone doppio allungato

Con il filo azzurro ho fatto una roba tipo punto catenella incrociato lungo, e fermato con un puntino come se fosse un punto margherita, per riempire un po’ i petali.

Settimana 37: fiorellino un po’ vuoto

Il fiore si perdeva un po’, nel quadratino tutto vuoto, così ho usato gli ultimi fili malva per fare un cordoncino e posarlo intorno al fiore. La seta in questo caso è rimasta più lucente e molto più bella di quella del fiorellino che – essendo meno ritorta – si è sciupata un po’ con la lavorazione.
Così, alla fine, eccolo qui, questo piccolo fiore un po’ sbilenco, il fiore degli avanzi e dei fili sbagliati!

Settimana 37: il fiore degli avanzi