Disegni e progetti free

Telaio

In Italia fino a qualche anno fa era difficile trovare un telaio rettangolare, che in inglese viene chiamato “scroll frame”, quello in cui la stoffa in eccedenza viene arrotolata nelle barre orizzontali, e in cui la stoffa rimane ben tesa senza i segni lasciati dal telaio rotondo.

Si riusciva talvolta a trovare un telaio rettangolare con il sostegno ai due lati, che ha lo svantaggio di essere piuttosto ingombrante, e soprattutto di dimensioni fisse.

Negli Stati Uniti, in Inghilterra, e ora anche in Italia, e’ invece facile trovare scroll frame di diverse dimensioni, in modo che si sceglie la dimensione piu’ adatta al lavoro che si sta facendo, e si possono montare anche piu’ lavori alla volta, su telai diversi.

Se lo desiderate, potete cimentarvi nel fai da te, per costruirvi uno o piu’ telai senza troppa fatica: io l’ho fatto in special modo per avere le barre lunghe 85 cm (!) che mi servono per il Summer Sampler di Butternut Road.

Elenco materiali

  • un tondino di legno robusto, con diametro di 2 cm.: in un negozio di fai da te ho trovato dei tondini di ramino, lunghi 2 m;
  • un’asta rettangolare di legno robusto, che non si fletta, con sezione circa di 2cm x 1,5cm;
  • delle viti per legno (vedi immagine 1/A) con doppia filettatura: una parte, a mordente, che si avvita nel legno, e una parte con filettatura normale, che rimane esterna; diametro 6 mm;
  • i relativi dadi a farfalla (o ad aletta – vedi immagine 1/B);
  • le relative rondelle (vedi immagine 1/C), piuttosto larghe;
  • della fettuccia di cotone robusta (ottima quella spigata) alta 2,5 o 3 cm, lunga poco meno delle barre che volete ottenere.

Lavorazione

  • Stabilite le misure delle barre orizzontali. Dipende, ovviamente, dal tipo di lavori che intendete fare, poiche’ il lavoro deve starci interamente, in larghezza.
    Una misura di 40 cm o di 60 cm e’ abbastanza comune. Potete calcolare le misure in modo da sfruttare al meglio la lunghezza del tondino e ottenere diversi set di barre (magari prendendo due tondini).
    Ricordatevi che per ogni misura avete bisogno di due barre uguali.
  • Tagliate il tondino di legno nei vari pezzi che vi servono, ricordandovi che per ogni misura di barra, dovete tagliare due pezzi (la barra superiore e quella inferiore).
  • Stabilite le misure dei distanziatori laterali. Questi stabiliscono la porzione di tela che avrete visibile quando lavorate.
    Anche qui, stabilite diverse misure, e sfruttate il piu’ possibile l’asta rettangolare, ma senza esagerare, perche’ piu’ la barra distanziatrice e’ grande, e piu’ il telaio sara’ ingombrante. Una misura di 20 cm e una di circa 26 dovrebbero andare bene.
  • Tagliate il listello rettangolare nei pezzi che vi servono per i distanziatori laterali: anche qui, due pezzi per ogni misura.
  • Con la punta da 5mm (un mm in meno della misura delle viti!) fate dei fori alle estremita’ dei tondini, nel verso della lunghezza (vedi immagine 2). Dovranno essere profondi un po’ meno della lunghezza della filettatura a mordente della vite.
    Ci vuole una mano ferma (o il trapano con il sostegno) per farli centrati e paralleli al tondino. Se anche non sono perfetti, non preoccupatevi, quando il telaio sara’ montato andra’ comunque tutto abbastanza a posto.
  • Avvitate le viti nei fori, tenendole con una pinza in mezzo, alla fine della filettatura a mordente, per non rovinare la filettatura esterna. Non occorre infilarle completamente, poiche’ comunque ci sara’ il distanziatore in mezzo.
  • Con la punta da 7mm (un mm in piu’ della misura delle viti!) fate i fori alle estremita’ dei distanziatori (vedi immagine 3); per farli alla stessa altezza, forate entrambi i pezzi assieme.
  • Tagliate la fettuccia in pezzi lunghi qualche cm in meno (circa 5) delle barre tonde, e incollateli lungo le barre lungo un bordo (vedi immagine 4) (per evitare che si sfilaccino, bagnate leggermente le estremita’ di colla, o fate un zigzag con la macchina da cucire); la colla vinilica e’ ottima e resistente.
  • Ed infine, l’assemblaggio!
    Infilate le barre rotonde nei distanziatori laterali, aggiungete una rondella esternamente per ogni vite, ed avvitate i dadi. Il telaio e’ fatto.
    Al posto delle rondelle, potete anche utilizzare dei pomelli per cassetti, e il risultato sarà più grazioso.
  • Ecco il risultato finito.

L’utilizzo

Scegliete le barre della misura adatta al pezzo di stoffa che dovete ricamare e imbastite la stoffa lungo la fettuccia, in alto e in basso. Avvolgete la stoffa sulle barre, e montate il telaio. Ora il vostro telaio e’ pronto per l’uso.

Per sostenere il telaio, la cosa piu’ semplice e’ sostenerlo con un nastro passato intorno al collo, come se fosse una lente di ingrandimento da appendere al collo.
Se invece volete il massimo della comodita’, dovreste scegliere
un supporto, da tavolo o da terra, ormai si trovano facilmente nei negozi online.